buddhismo,filosofia e medicina tradizionale tibetana,fotografia,news

Mandala dei Monaci Tibetani: photogallery (da internet)

15 Mar , 2014  

Mandala (sanscrito maṇḍala (मण्डल), letteralmente: «essenza» (maṇḍa) + «possedere» o «contenere» (la); tradotto anche come «cerchio-circonferenza» o «ciclo», entrambi i significati derivanti dal termine tibetano dkyil khor) è un termine simbolico associato alla cultura veda ed in particolar modo alla raccolta di inni o libri chiamata Rig Veda.
Il Mandala riveste un significato spirituale e sia nel Buddhismo che nell’Hinduismo.

 

, , , , , , ,

buddhismo,filosofia e medicina tradizionale tibetana,mandala,news

Mandala: i monaci del Monastero di Gaden Jangtse costruiscono il Mandala della Pace a Euroma2

10 Mar , 2014  

Tashi Delek Tibet - Il Mandala per la Pace Universale

Tashi Delek Tibet – Il Mandala per la Pace Universale

Da sabato 15 a domenica 23 marzo Presso il Centro commerciale EUROMA2
Mostra fotografica “Gli spiriti sotto il cappello” e Mostra di costumi, strumenti musicali, tanke

All’Entrata Principale del Centro Commerciale Euroma2 – Tutti i giorni dalle 15,30 alle 20,00 – Sabato e domenica dalla mattina alla sera.

L’Istituto Samantabhadra ospiterà per un anno dei monaci provenienti dal Monastero di Gaden Jangtse.

Il significato del mandala

Nella tradizione tibetana, il mandala è a un tempo una sintesi dello spazio, un’immagine del mondo e la dimora di potenze divine, quindi la manifestazione, in forma di diagramma, di perfette qualità come: la compassione, la saggezza e l’energia spirituale.
Rappresenta un’immagine capace di condurre chi la contempla, ricevuti i necessari insegnamenti, ad una progressiva purificazione mentale e al Risveglio.
Il mandala tibetano viene tracciato con forme geometriche ben precise e poi ricoperto in ogni piccola parte con sabbia finissima di diversi colori ed è essenzialmente, sul piano estetico, una struttura quadra orientata provvista di quattro porte, contenente cerchi e fiori di loto, popolato di immagini e simboli divini.
Su questa base, il Lama, con il potere della sua concentrazione meditativa, costruisce a livello psichico la dimora celestiale e, con un rituale molto complesso, fa discendere la divinità al suo centro.
Tutte le sabbie finissime colorate posate con un apposito strumento a cono cavo necessitano di essere posate con estrema delicatezza e precisione per rispondere a tutti i dettagli minutissimi che compongono il complesso disegno.

Prima di iniziare la costruzione del mandala i Lama procedono ad un rito di consacrazione operando la purificazione delle energie negative presenti nel luogo fisico; alla fine della costruzione, con un altro rituale il mandala viene dopo un certo lasso di tempo disfatto raccogliendo le sabbie mescolate in un recipiente.
Il contenuto saràdonto a tutte le persone presenti per essere portato a casa come una speciale benedizione.
La realizzazione del mandala porta grandi benefici nei luoghi dove esso viene costruito ed espande la sua energia influenzando positivamente lo svolgimento della vita e degli esseri.

La costruzione del mandala sarà accompagnata da due mostre:

Mostra di costumi tibetani, strumenti musicali e tanke
Mostra fotografica: “Gli spiriti sotto il cappello” per gentile concessione della fotografa Tamara Triffez

Fonte: Samantabhadra

Istituto Samantabhadra
Centro Studi di Buddhismo Tibetano
Via di Generosa, 24 – 00148 Roma
tel: 06 83510698 – segreteria: 340 0759464
email: samantabhadra@samantabhadra.org
www.samantabhadra.org

Mandala: i monaci del Monastero di Gaden Jangtse costruiscono il Mandala della Pace a Euroma2

, , , , , , , , ,

news

Mandala Chakra: la ruota del cosmo, il 2 dicembre 2012 a Colleferro

8 Nov , 2012  

Mandala Chakra: la ruota del cosmo | accademia yemaya

Mandala Chakra: la ruota del cosmo

Una giornata insieme per condividere la storia e l’essenza del Mandala Chakra, appropriandoci e condividendone gli elementi strutturali per attivare noi stessi e gli altri attraverso energia, collaborazione e condivisione.

C’è un Mandala Chakra nascosto in ognuno!

Portare alla luce il nostro Mandala Chakra equivale ad esprimere la nostra energia, indirizzandone lo scorrere attraverso i canali del nostro inconscio, aprendo la mente all’immaginario e focalizzando, al tempo stesso, la parte più profonda di noi, del nostro vissuto interiore “percependo” tutta la manifestazione del processo creativo. Lavorare in gruppo attorno al Mandala Chakra permette di ampliare consapevolmente i processi riequilibranti del nostro sé, riconoscere l’immagine interiore modellandola verso l’interezza e la completezza.
Al termine di questa significativa esperienza, sentimenti, pensieri ed emozioni saranno il vostro personale bindu e la visione lineare (frontale, contrapposta, univoca) lascerà il posto ad un nuovo modello circolare (comunitario, accogliente, raggruppante). 

Riappropriati del tuo Mandala Chakra!

Continua…

yemaya su Facebook

, , , ,

filosofia e medicina tradizionale tibetana,video

Mandala: simbolo del viaggio iniziatico

7 Lug , 2010  

Alcuni monaci tibetani, ospiti dell’associazione Aglietta di Fossano (CN), per 4 giorni (23-26 giugno 2010) hanno costruito il Mandala del Buddha della medicina per poi distruggerlo nella rituale cerimonia.
Il Mandala rappresenta, secondo i buddhisti, il processo mediante il quale il cosmo si è formato dal suo centro; attraverso un articolato simbolismo consente una sorta di viaggio iniziatico che permette di crescere interiormente.
I buddhisti riconoscono, però, che i veri Mandala possono essere solamente mentali, le immagini fisiche servono per costruire il vero Mandala che si forma nella mente della gente e vengono consacrate solo per il periodo durante il quale è utilizzato per il servizio religioso.
Al termine del lavoro, dopo un certo periodo di tempo, il mandala viene semplicemente “distrutto”, spazzando via la sabbia di cui è composto. Questo gesto vuole ricordare la caducità delle cose e la rinascita, essendo la forza distruttrice, anche una forza che dà la vita.

, , , , ,

mandala

Mandala: il sistema simbolico dei colori

16 Mag , 2010  

Alcuni sistemi simbolici fanno parte della vita dell’uomo fin dalla nascita tanto da essere assorbiti senza difficoltà e senza nessuna particolare specializzazione è il caso delle parole e dei numeri, ma è anche il caso dei colori.
I colori sono un elemento della nostra quotidianità, presenti nella natura e nel creato, sono considerati sacri fin dall’origine del mondo.
Una delle peculiarità dei colori è proprio la loro universalità.
I colori costituiscono il supporto al pensiero simbolico. E ogni popolo, ogni cultura li usa con proprie interpretazioni e tradizioni.
Il colore è in grado di arrivare e esplicitare significati anche li dove la parola non arriva o dove ha bisogno di essere tradotta.
Continua…

, , , , ,


SEO Powered By SEOPressor