rimedi della nonna

I rimedi della nonna: la magia della propoli

6 Ott , 2011  

_FSC0364_bis_
Creative Commons License photo credit: vater_fotografo

Una medicina naturale della quale possono beneficiare tutti è la propoli, sostanza marrone, dall’odore e dal sapore agrodolce, prodotta dalle api che la utilizzano per coprire le crepe che si verificano nei loro alveari.
L’uso della propoli per scopi medicinali non è nuova, nelle civiltà dell’antico Egitto e della Grecia, erano conosciute le proprietà antisettiche e curative e quindi veniva utilizzata in applicazioni per combattere numerose malattie.
Aristotele, nella sua Storia degli animali, si riferisce a questa sostanza chiamandola “rimedio per le infezioni della pelle e delle piaghe”.
Nell’Antica Roma, la propoli è stato molto importante, ed anche riflessa nella loro mitologia, ad esempio quando si trova che Giove trasformò la bella Melissa in un ape in modo da poter produrre una sostanza miracolosa per la guarigione, appunto propoli (“difensore della città”).
Appare anche menzionato nel Corano e vi è prova che anche gli Inca l’hanno utilizzata per trattare la febbre.
Nel ventesimo secolo, l’uso della propoli è stata massiccia in due grandi battaglie militari.
Nella guerra anglo-boera (1899-1902), Sud Africa, e la rivoluzione russa.
In entrambi i casi, una pomata a base di Vaselina e Propoli, messa sulla base delle ferite per uno scopo non solo antisettico, ma per incentivare la guarigione e rigenerare i tessuti.
Recentemente, sono stati condotti studi, soprattutto in Cina dove è stato possibile rilevare l’efficacia della propoli nel trattamento per l’ipertensione, arteriosclerosi e malattie cardiache.
Delle ricerche condotte negli Stati Uniti, Polonia e Russia hanno mostrato qualcosa che i nostri antenati sapevano, che l’utilizzo della propoli può curare l’acne, l’orticaria, l’herpes, gli ascessi e altre malattie della pelle.
Allo stesso modo, si è scoperto che la propoli combatte alcuni tipi di batteri, funghi e lieviti. Quindi è un ottimo alleato contro le malattie, come le otiti, faringiti, sinusiti, le infezioni urinarie e la parodontite; produce intorte un’attività anti-radicali liberi, inibisce i processi ossidativi, che ha reso la propoli un importante anti-invecchiamento.

La composizione della propoli
La chiave, forse, di tutte le proprietà curative della propoli è, secondo gli specialisti, che contiene i flavonoidi, composti che si trovano in tutte le piante, ce ne sono oltre 300 varietà, quelli più “famosi” sono noti per alcune importanti proprietà antiossidanti, così da essere dei rimedi quasi miracolosi per la rigenerazione delle cellule vegetali.
Anche se la sua composizione può variare leggermente a seconda di dove l’alveare è posto, in generale la propoli è composta da:
– Resine e balsami (50 – 55%)
– Cera (25 – 35%)
– Oli volatili (10%)
– Polen (5%)
– Sostanze organiche e minerali (5%)
All’interno di quest’ultimo gruppo, si trovano acidi organici, fenoli, composti aromatici (cumarine, flavonoli tra gli altri) e metalli come alluminio, argento e ferro.
La sua composizione principale è la provitamina vitamina A e varie del gruppo B.

Cure con propoli
Ecco alcune condizioni in cui l’azione della propoli è molto efficace.
Rimedio per l’acne: strofinare la zona interessata con una garza che è stato bagnata da qualche gocce di tintura propoli.
Rimedio per l’ulcera alla bocca: Eseguire gargarismi con il contenuto di tre gocce di tintura di propoli in un bicchiere d’acqua.
Rimedio per il mal di denti: Bagnare un batuffolo di cotone con tintura di propoli e posizionarlo sul dente interessato. Il dolore andrà via in circa venti minuti.
Rimedio per le infezioni della gola: Fate dei gargarismi con il contenuto di tre fiale di propoli in un bicchiere d’acqua.

Altre applicazioni con la propoli
Usata nella cosmesi naturale, per la preparazione di creme a base di propoli (si possono creare ottime creme per la notte, del latte detergente, latte per il corpo e crema per le rughe), per fare deodoranti, grazie al suo profumo gradevole o per fare delle lozioni da barba, così da essere antisettico e anestetico.

Raccomandazioni
Non è facile ottenere propoli pura.
Più spesso si trovano come estratti di unguenti, tinture, pillole e fiale. In ogni caso, è necessario acquistare quelli che hanno una percentuale maggiore o pari al 20%.
Alcune persone sono allergiche alla propoli.
Per questo motivo, si deve usare cautela quando si consuma e deve essere utilizzata esternamente la prima volta, applicate un po’ di propoli in una piccola zona di pelle per vedere se, dopo un po’ di tempo verificate del rossore o del rigonfiamento.

Fonte | www.rimedinonna.com

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook

, , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

SEO Powered By SEOPressor