news

Aung San Suu Kyi: finalmente libera

13 Nov , 2010  

Aung San Suu Kyi libera Aung San Suu Kyi libera Aung San Suu Kyi libera Aung San Suu Kyi libera
Aung San Suu Kyi libera Aung San Suu Kyi libera Aung San Suu Kyi libera

Aung San Suu Kyi
è finalmente libera: è apparsa ai cancelli della sua abitazione e ha salutato commossa la folla di sostenitori che si era radunata appena si era diffusa la notizia a Yangon.

Oggi scadevano i 18 mesi di arresti domiciliari, che le erano stati inflitti per il tentativo di raggiungerla da parte di un americano, dopo la condanna a precedenti sette anni che le erano stati comminati dalla giunta birmana, che sommati a ulteriori condanne hanno portato a quasi 15 gli anni di arresti domiciliari per il premio Nobel per la pace 1991.
La notizia si è subito diffusa tra i sostenitori della leader dell’opposizione birmana, che sono accorsi in migliaia davanti alla sua abitazione per festeggiare la liberazione, che è avvenuta la settimana dopo le elezioni-farsa (secondo gli osservatori occidentali) volute dalla giunta militare.
I primi a entrare nell’abitazione di Aung San Suu Kyi sono stati il suo medico personale e il legale, il quale il 30 settembre, quando era stata annunciata la liberazione della donna per il 13 novembre, aveva dichiarato: «Ci crederò quando la vedrò».
Funzionari birmani sono entrati nell’abitazione di Aung San Suu Kyi verso le 17 (le 11,30 in Italia) per leggerle l’ordine di liberazione emesso dalla giunta. «Adesso è libera», ha detto il responsabile birmano anonimo.
Il Nobel è poi apparso ai cancelli della sua abitazione.
«Dobbiamo lavorare assieme per raggiungere il nostro obiettivo»
, sono state le prime parole di Aung San Suu Kyi, la quale ha chiesto ai suoi sostenitori di riunirsi domenica a mezzogiorno (alle 6,30 in Italia) al quartier generale del suo partito, la Lega nazionale per la democrazia (Lnd), per ascoltare il suo primo discorso ufficiale.
«C’è un tempo per restare tranquilli e un tempo per parlare», ha concluso prima di ritornare in casa per un incontro con i dirigenti della Lnd.

Fonte | www.corriere.it

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


SEO Powered By SEOPressor