news

Thailandia: a Bangkok almeno 33 feriti in scontri tra camicie rosse e militari

10 Apr , 2010  

Non si placano le tensioni in Thailandia.
Almeno 33 persone sono rimaste ferite questa mattina in seguito agli scontri tra ‘camicie rosse’ e forze di sicurezza a Bangkok.

Il bilancio è la conseguenza della nuova escalation di tensioni che ha visto tra l’altro il tentativo di 200 dimostranti di assaltare il quartier generale della prima regione militare a Bangkok, prontamente respinti con cannoni ad acqua dai militari.
Dieci i soldati rimasti feriti, mentre in totale 5.000 militari sono stati inviati di rinforzo per proteggere il quartier generale.
Secondo l’agenzia cinese ‘Xinhua’, le forze di sicurezza tailandesi hanno aperto il fuoco contro le ‘camicie rosse’, ma al momento non si hanno notizie di vittime.
Scontri si segnalano però in più punti della città.
Secondo la televisione di stato, sono state chiuse tutte le stazioni della ferrovia urbana Bts a Bangkok.
Un elicottero controlla dall’alto il ponte Phan Fah, principale punto di raccolta delle ‘camicie rosse’, dove si confrontano i dimostranti e i militari.
Scontri si sono verificanti anche poco lontano, al ponte Makkawan Rangsan, la polizia ha utilizzato proiettili di gomma e lacrimogeni.
Il portavoce del governo, Panithan Wattanayagorn ha spiegato alla televisione che l’esecutivo sta ora cercando di riprendere il controllo dei luoghi occupati dalle ‘camicie rosse’.
Secondo il portavoce, l’esercito ha ripreso controllo della Phitsanulok Road, dove si trova la sede del governo. Dallo scorso mercoledì il primo ministro Abhisit Vejjajiva ha dichiarato lo stato d’emergenza dopo che i dimostranti avevano fatto irruzione nella sede del Parlamento.
Le ‘camicie rosse’ insistono per elezioni anticipate.

Fonte: www.adnkronos.com

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook

, , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

SEO Powered By SEOPressor