news

Il nostro mondo: fotografie del National Geographic

16 Feb , 2010  

il_nostro_mondo_national_geographic

Niente di meglio che le parole di Guglielmo Pepe, curatore della mostra “Il nostro Mondo” e direttore del National Geographic Italia per “raccontare” la meraviglia che alcuni tra i migliori fotografi al mondo sono riusciti a modellare attraverso le loro immagini.
Guardate i volti dei bambini, delle donne, degli uomini. Guardateli negli occhi. Osservate i gesti, i corpi, le situazioni, i comportamenti. Mettete a fuoco le emozioni, i sentimenti, gli stati d’animo che erompono da queste fotografie. Scoprirete così “Il Nostro Mondo”, la sua essenza, la sua forza vitale, le sue angosce, le sue speranze.
Con le 91 immagini scelte per la mostra, potrete “sentire” 48 racconti diversi, tanti quanti sono i fotografi internazionali e nazionali presenti in questa nuova tappa del percorso che National Geographic Italia ha iniziato nel 2008, con “Acqua, Aria, Fuoco, Terra”.
Non pretendiamo di far vedere la complessità della condizione umana soltanto con 91 foto.
Eppure l’insieme delle immagini ci permette di viaggiare tra le genti del Pianeta, scoprendo le differenze e le similitudini, i contrasti e l’armonia tra le popolazioni più diverse.
Difficilmente i fotografi National Geographic vi diranno che il loro lavoro può contribuire a cambiare lo stato delle cose. Eppure può accadere.
Soprattutto quando noi non ci limitiamo ad essere spettatori, e se cerchiamo di capire, prima di giudicare.
Può accadere quando lo sguardo del fotografo sulla bambina Boscimane che lo prende in giro o sull’uomo brasiliano che nella propria rassegnazione spera comunque di trovare l’oro, diventa il nostro sguardo.
Insieme a questi fotografi viviamo attimi di gioia e momenti dolorosi, partecipiamo ad eventi fuori dall’ordinario e alla normalità della vita quotidiana.
Festa, malattia, lavoro, guerra, pace, fame, abbondanza, ricchezza, povertà, si mescolano tra di loro in modo tumultuoso ma in sintonia.
E alla fine del viaggio lo spettatore forse capisce che deve imparare a vedere l’altro, gli altri, con occhi nuovi.
Certo, per “illuminare” il mondo, serve tempo.
E per loro fortuna, i fotografi della NG Society riescono a ritagliarsi il tempo necessario per realizzare immagini belle, avvincenti, uniche.
Ora il risultato – in minuscola parte – è qui davanti a noi.
Se nelle precedenti mostre (ricordo anche “Madre Terra”) erano al centro dell’attenzione l’ambiente, le altre specie, in omaggio alla biodiversità (che viene celebrata quest’anno) e alla salvaguardia del Pianeta, adesso è protagonista l’umanità.
Si è sempre comunemente pensato che i fotografi National Geographic siano tra i migliori per quanto riguarda le immagini naturalistiche. È vero.
Però possiamo verificare che sono tra i migliori anche quando puntano l’obiettivo su donne, bambini, uomini. Perché se i soggetti fotografati cambiano, uguale è la quintessenza delle immagini.
Verso animali, piante, esseri umani, c’è sempre amore, dedizione, tenerezza.
Per queste ragioni, mentre selezionavamo e sceglievamo le foto da esporre (a malincuore, spesso, perché c’era abbondanza di bellezza e di significato), ci siamo molto emozionati.
Se riuscirete a provare le stesse emozioni, vorrà dire che sarete entrati in sintonia con “Il Nostro Mondo”.

le_foto_il_nostro_mondo_national_geographic

Fotografi presenti in mostra:
Lynsey Addario, William Albert Allard, Annie Griffiths Belt, Jonas Bendiksen, James Blair, Alexandra Boulat, Jodi Cobb, Pablo Corral Vega, Meredith Davenport, Peter Essick, Melissa Farlow, Stuart Franklin, Alessandro Gandolfi, Justin Guariglia, David Alan Harvey, Fritz Hoffmann, Chris Johns, Lynn Johnson, Ed Kashi, Ivan Kashinsky, Karen Kasmauski, Tim Laman, Brian Lanker, Gerd Ludwig, Pascal Maitre, Emiliano Mancuso, Steve McCurry, David McLain, Gideon Mendel, Bobby Model, Michael Nichols, Alberto Novelli, Randy Olson, Antonio Politano, Steve Raymer, Nicolas Reynard, Reza, Jim Richardson, Joel Sartore, James L. Stanfield, Maggie Steber, George Steinmetz, Brent Stirton, Tomasz Tomaszewski, Tyrone Turner, Gordon Wiltsie, Kim Wolhuter, Michael Yamashita

La mostra “Il Nostro Mondo” è promossa dal Comune di Roma e dall’Azienda Speciale Palaexpo con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.
È realizzata con la partecipazione di WWF Italia, il contributo di Takeda e Lipton e ed è prodotta da Zoneattive.

National Geographic: il nostro mondo
dal 6 febbraio al 2 maggio 2010

a cura di Guglielmo Pepe, Direttore National Geographic Italia
Palazzo delle Esposizioni, Spazio Fontana
via Milano 13, Roma
Ingresso libero
Info line 06.39967500
Orari: Martedì, mercoledì, giovedì: 10 – 20
Venerdì, sabato: 10 – 22.30. Domenica: 10- 20. Lunedì: chiuso
L’ingresso è consentito fino a un’ora prima della chiusura

Fonte: http://www.nationalgeographic.it

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook

, , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


SEO Powered By SEOPressor