filosofia e medicina indiana, ayurveda

Anahata: il quarto chakra

13 Dic , 2009  

anahata

Anahata (अनाहत, Anāhata, loto dai dodici petali, chakra del cuore) si trova al centro del petto, all’altezza del cuore, è considerato il chakra dell’amore verso sé stessi e gli altri, della crescita e della parte più essenziale di noi stessi.
Rappresentato da un loto circondato da dodici petali rossi con all’interno due triangolo incrociati simboleggianti l’aria.
La divinità preposta è isha e la sua energia vitale è bhuvanasvari.
Simbolo di armonia universale e amore senza egoismo, è collegato all’elemento aria, indica trascendenza e discernimento e presiede il funzionamento del cuore, dei polmoni, del timo, dell’ipofisi, del sistema simpatico, di alcune parti della tiroide, degli arti superiori, della circolazione e del sistema linfatico.
Questo chakra è legato alla capacità di amare incondizionatamente tutti riconoscendo la luce e l’armonia presente in ciascuno, è associato ai colori rosa e verde, i colori dell’amore verso se stessi e come dono incondizionato verso gli altri.
La sfera di influenza del quarto chakra si riflette sulla capacità di dominare gli elementi e rende più obiettivi di fronte alla realtà, infondendo pazienza ed equilibrio mentale.
Anahata è il centro del sistema energetico dei chakra perché collega quelli inferiori, di natura fisica ed emotiva e legati alla terra con i tre superiori più mentali e spirituali e legati al cielo.
Un blocco rende impossibile il passaggio dell’energia kundalini ai chakra superiori.
E quando si cerca di sopperire alla carenza di energia con la “volontà” tutto diventa più difficile e complicato perché non si ha più la lucidità di percepire le altrui motivazioni.
Le soddisfazioni saranno più mentali più che emozionali.
L’attività armonica di questo chakra consente alle persone di entrare in empatia con tutto ciò che le circonda cogliendone la bellezza e la positività, e manifesta lo sviluppo e l’utilizzo della capacità di trasformazione e guarigione di sé e degli altri.
Il suo squilibrio porta a un coinvolgimento che impedisce di valutare con distacco la situazione.
Le patologie connesse al suo squilibrio sono: asma, ipertensione arteriosa, tachicardia e disturbi alla pressione sanguigna, patologie polmonari.
Il funzionamento disarmonico, dal punto di vista psichico ed emozionale, manifesterà la tendenza ad amare gli altri solo in funzione dei riconoscimenti e della gratitudine che questi possono dare in cambio.
Qualora invece il chakra fosse ipofunzionante, a livello fisico si evidenzierà un cattivo funzionamento del diaframma, con problemi respiratori e cardiaci, mentre dal punto di vista psichico ed emozionale si tenderà ad esprimere sentimenti di odio e rancore, oppure di freddezza, indifferenza, insensibilità.
Elemento: aria
Mantra: iam
Nota: fa
Senso: tatto
Profumo: essenza di rosa
Pietre: smeraldo (simbolo di amore e forza emotiva), avventurina, quarzo rosa, rodocrosite, kunzite rosa e verde, tormalina rosa e verde e rosa-verde, peridoto, rodonite.

Marina Marini
Naturopata, Esperta in Discipline Orientali, Cristalloterapeuta, Floriterapeuta, specializzata in Iridologia, Erboristeria, Aromaterapia e Alimentazione naturale

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook

, , , ,


I commenti sono chiusi.


SEO Powered By SEOPressor