filosofia e medicina indiana, ayurveda

Manipura: il terzo chakra

13 Set , 2009  

Manipura (मणिपूर, Maṇipūra, loto dai dieci petali, chakra del plesso solare) è situato al centro del plesso solare, all’altezza della bocca dello stomaco, è considerato il chakra della volontà, della determinazione e della tenacia.
Rappresentato da un loto circondato da dieci petali neri con all’interno un triangolo capovolto rosso, simboleggiante il fuoco.
La divinità preposta è rudra e la sua energia vitale è bhadrakali.
Simbolo di saggezza, è in collegamento con l’elemento fuoco, indica intraprendenza e presiede il funzionamento dello stomaco, del pancreas, della milza, della parte alta dell’intestino, del fegato e di tutte le funzioni metaboliche.
Questo chakra è legato alla capacità di percepire i suggerimenti dell’inconscio, dando la spinta e l’intraprendenza per affrontare le prove della vita con la prudenza necessaria per evitare e risolvere le problematiche, è associato al colore giallo, il colore dell’intelletto e della volontà e caratterizza le persone coscienti del proprio talento e convinte di essere parte dell’universo in armonia con le forze della natura.
La sfera di influenza si riflette sulla capacità di sentirsi “protagonisti” che spinge l’individuo a porsi in relazione con l’ambiente utilizzando tutte le sue qualità.
La sua funzione più incisiva è legata all’affermazione personale.
Se l’energia di questo chakra è armonica, la persona può vincere qualsiasi malattia.
Le patologie riguardano tutte le malattie metaboliche, quali il diabete, le iperlipidemie, le insufficienze epatiche, la cirrosi, le ulcere gastriche e duodenali, i tassi glicemici e le patologie afferenti ai processi di nutrizione, digestione ed assimilazione (anoressia e bulimia).
A livello di questo chakra si movimentano le emotività dirette verso l’ambiente esterno: amicizia, rancore, simpatia, antipatia, facendone un perno per l’attività e la “personalità” sociale.
Il funzionamento disarmonico di questo chakra provocherà desiderio di potere e di manipolazione della realtà per volgerla sempre a proprio favore, nascondendo un senso di inadeguatezza e vuoto causato dalla incapacità di gestire le situazioni.
Lo scompenso porta ad una perdita di controllo delle emozioni sviluppando, a volte, anche un atteggiamento aggressivo che ha lo scopo di non permettere alle altre persone di smascherare i giochetti di potere.
La persona avrà come obiettivo l’essere accettato e benvoluto e per raggiungere questo scopo negherà a sè stesso il proprio essere per conformarsi al modo di pensare delle persone a cui desidera piacere.
Elemento: fuoco
Mantra: ram
Nota: mi
Senso: vista
Profumo: essenza di rosmarino o di lavanda
Pietre: topazio (che riflette la luce solare sintonizzando gli elementi del creato), ambra, quarzo citrino, quarzo rutilato, occhio di tigre, diaspro giallo, magnesite, malachite, pirite, aragonite, calcite arancio, zolfo.

Marina Marini
Naturopata, Esperta in Discipline Orientali, Cristalloterapeuta, Floriterapeuta, specializzata in Iridologia, Erboristeria, Aromaterapia e Alimentazione naturale

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook

, , , ,


I commenti sono chiusi.


SEO Powered By SEOPressor