fiori di bach

Fiori di Bach: l’origine della malattia

23 Gen , 2009  

fiori_di_bach_mimulus

L’organismo umano ha grandi capacità di autoregolamentazione che tendono all’armonia e all’equilibrio, con l’uso dei fiori di Bach si amplifica questo meccanismo senza sforzarlo in specifiche reazioni ma nella sua capacità totale di auto-guarigione naturale.
Infatti non si deve focalizzare la malattia ma il malato, l’uomo è al centro dei pensieri, e i pensieri “malati” derivano dai disturbi emotivi che contraddistinguono il quotidiano di ogni individuo, quindi la malattia non è nel corpo ma nei pensieri-sentimenti che sono la causa primaria di tutte le malattie fisiche.

E proprio nella dualità pensiero-sentimento si colloca la malattia come il risultato di un conflitto tra mente e anima.
“I rimedi arrecano pace ed un chiaro miglioramento dello stato d’animo. Agiscono aumentando le nostre vibrazioni e aprendo i nostri canali in modo che possiamo recepire il nostro Sé Spirituale”
Ecco perché, sostanzialmente, la floriterapia di Bach può essere definita una guarigione attraverso la riarmonizzazione della coscienza.
“Gaurisci te stesso”, oltre ad essere il libro-testamento scritto dallo stesso Bach nel 1931, è anche la filosofia di base del metodo che mette al centro della guarigione l’uomo stesso con la sua forza risanatrice.
Anche se questa idea è parte integrante di filosofie e antiche medicine (cinese, tibetana, ayurveda, ecc.) la visione di Bach enfatizza proprio come il trattamento delle emozioni e dei pensieri sia di vitale importanza quando si tratta di disturbi fisici.
Una volta equilibrati i problemi emotivi quelli fisici possono essere risolti più facilmente e rapidamente.
La forza della terapia è nella normalizzazione dei disturbi mentali e nella risoluzione dei conflitti interni, come pure il miglioramento delle cause del dolore fisico o psicologico.
“La salute è il nostro patrimonio, il nostro diritto. Si tratta di assoluta e perfetta unione tra l’anima, mente e corpo, questo non è un ideale remoto e difficile da raggiungere, ma un ideale in modo semplice e naturale che molti di noi sfugge.”
Per Edward Bach quindi, la malattia è il risultato di un conflitto, deriva dall’azione di fattori
personali e transpersonali, non è mai “accidentale” e si alimenta nella contrapposizione tra difetti (orgoglio, crudeltà, odio, egoismo, ignoranza, ecc.) e virtù (umiltà, amore, generosità, rispetto, compassione, ecc.) che generano emozioni instabili come paura, depressione, impazienza o solitudine.
Quindi la floriterapia del dottor Bach non è una nuova medicina ma uno strumento per il benessere, semplice ed efficace ma soprattutto un sistema olistico.

Marina Marini
Naturopata, Esperta in Discipline Orientali, Cristalloterapeuta, Floriterapeuta, specializzata in Iridologia, Erboristeria, Aromaterapia e Alimentazione naturale

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook

, , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

SEO Powered By SEOPressor