cosmesi naturale

Vitamina C: antirughe naturale

21 Gen , 2009  

vitamina_c_spicchi_arancia

Quando si vuole migliorare l’aspetto della propria pelle basterebbe ricordarsi dei benefici che si possono trarre dall’uso di vitamina C che aiuta a ridurre le rughe, migliora il tono dei tessuti cutanei conferendo un naturale ringiovanimento della pelle.
L’acido L-ascorbico (o vitamina C) è una vitamina idrosolubile antiossidante è ampiamente distribuita nel mondo alimentare (vedi tabella in fondo al post): nei vegetali a foglia verde, peperoni, pomodori, cime di rapa, nella frutta come fragole, agrumi (soprattutto arance) e in alcune piante officinali: l’acerola ne è ricca tanto che la vitamina C può arrivare a rappresentare fino al 25% del peso della pianta secca, ma ricordiamo anche la boraggine, la calendula, il mirtillo, il lampone; è presente anche nel thè soprattutto in quello verde.
Malgrado una riserva importante si trovi nelle ghiandole surrenali è necessario un rifornimento continuo, infatti il corpo umano non è capace di sintetizzarla.

Perché è così importante di vitamina C per la pelle?
La vitamina C è essenziale per la sintesi del collagene, una proteina strutturale per la formazione del tessuto connettivo della pelle, dei legamenti e delle ossa, con il passare degli anni la quantità di collagene presente nei tessuti cutanei tende a diminuire drasticamente e la vitamina C è un elemento essenziale a contrastare questo processo di “invecchiamento”.
Le sue proprietà antiossidanti contribuiscono a ridurre i danni cutaneo provocati dai radicali liberi, protegendo la pelle dall’inquinamento e da altre tossine esogene, aiuta a frenare il diffondersi dell’infezione acneica inoltre ha un ruolo rilevante nella rimarginazione delle ferite e delle ustioni perché facilita la formazione del tessuto connettivo della cicatrice.
Va ricordato che questo elemento è instabile, se esposto all’aria tende ad ossidarsi rendendo inutile il lavoro del collagene nell’opera di difesa contro i radicali liberi, ha vita brevissima e convive male con le altre sostanze.

In che modo è più efficace?
Per ottenere benefici migliori per la pelle, la vitamina C è molto più efficace se applicata localmente anzichè ingerita.
In commercio è possibile trovare delle pasticche di acido ascorbico (in farmacia e di qualunque marca), una volta acquistate polverizzate un angolino di pasticca e scioglietelo in pochissima acqua (possibilmente minerale naturale): avrete cos’ un efficacissimo tonico da passare sul viso e sul collo prima di andare a dormire.
Attenzione alla quantità, con una pasticca dovete riuscire a preparare almeno 10-12 monodosi di tonico, non abusatene perchè è un acido e non usate cucchiaini in metallo per mescolare.
Se invece preferite una maschera per il visto indirizzatevi su yogurt (calma gli arrossamenti e le irritazioni), succo d’arancia (riduce rughe e rughette grazie alla vitamina C) e l’olio di mandorle (un idratante naturale).
Una volta a settimana regalatevi pochi minuti e mescolate in una citolina (non di metallo) 2 cucchiai di yogurt bianco, 2 cucchiaini di spremuta d’arancia e 1 cucchiaino di olio di mandorle; il composto ottenuto andrà posto sul viso e sul collo e tenuto in posa per almeno 20 minuti.
Potete variare la densità della maschera sostituendo lo yogurt con il miele che è in grado di difendere la pelle contro batteri, funghi e i radicali liberi.
In alternativa potete sostituire la spremuta d’arancia con le la centrifuga di 2-3 fragole che oltre alla vitamina C contengono zolfo, dalle proprietà purificanti e antinfiammatorie, che aiuta a rimuovere le impurità dell’epidermide avendo una leggera azione esfoliante.
Per un effetto più nutriente va invece sostituito l’olio di mandorle con olio di rosa mosqueta biologico, ottenuto dai semi pressati a freddo, che contiene acido linoleico, linolenico e oleico e per un effetto decisamente antiossidante uilizzate del thè verde preparato in casa.

Alimenti con maggior contenuto di Vitamina C
Uva, succo 340
Peperoncini, piccanti 229
Ribes 200
Peperoni, rossi e gialli 166
Prezzemolo 162
Latte, vacca, pastorizzato, scremato 127
Latte, vacca, evaporato, non zuccherato 127
Broccoletti di rapa, crudi 110
Rughetta o rucola 110
Broccoletti di rapa, bolliti 86
Kiwi 85
Cavoli di Bruxelles, crudi 81
Foglie di rapa 81
Cavolo broccolo verde ramoso, crudo 77
Cavolfiori, crudo 59
Lattuga da taglio 59
Broccolo a testa, crudo 54
Spinaci, crudi 54
Clementine 54
Fragole 54
Broccolo a testa, bollito 53
Cavoli di Bruxelles, bolliti 52
Cavolo cappuccio rosso 52
Tarassaco o dente di leone 52
Arance 50
Limoni 50
Cavolo cappuccio verde, crudo 47
Radicchio verde 46
Milza, bovino 46
Arance, succo 44
Pomodori, conserva 43
Limoni, succo 43
Pompelmo 40
Polmone, bovino 40
Mandaranci 37
Cavolo broccolo verde ramoso, bollito 35
Indivia 35
Fave, fresche, crude 33
Fegato, ovino 33
Piselli, freschi, crudi 32
Sedano 32
Melone, d’estate 32
Menta 31
Fegato, bovino 30
Piselli, surgelati 30
Fegato, equino 30
Rosmarino 29.

Marina Marini
Naturopata, Esperta in Discipline Orientali, Cristalloterapeuta, Floriterapeuta, specializzata in Iridologia, Erboristeria, Aromaterapia e Alimentazione naturale

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook

, , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

SEO Powered By SEOPressor