filosofia e medicina tradizionale cinese

MTC: Yin e Yang, eterni opposti

18 Gen , 2009  

yin_yang_mosaico

Yin e Yang sono due forze contrapposte che governano l’universo in un gioco del contrario che genera energia e movimento continuo, eterna trasformazione alla ricerca dell’equilibrio.
Lo Yin esiste perché esiste lo Yang e viceversa, per definire l’uno c’è bisogno di definire l’altro, forze tese alla reciproca distruzione ma perenni fonti di creazione.
Ogni energia è movimento, nasce, cresce, decresce e muore, e poi il ciclo ricomincia in un senso temporale e spaziale infinito, in una lotta ritmica che determina il giorno e la notte, l’estate e l’inverno, il caldo e i freddo, l’essere e il divenire.
Anche il corpo umano è rapportabile a questi due elementi: la parte alta è Yang, quella bassa Yin, la parte esterna Yang, quella interna Yin.
Gli organi cavi (stomaco, intestino, cistifellea) destinati all’assimilazione e all’eliminazione sono Yang, quelli pieni (fegato, cuore, polmone, milza, reni) destinati all’immagazzinamento e la trasformazione sono Yin.
La salute e il benessere dipendono dal corretto equilibrio di queste forze.
Le malattie sono causate da tre fattori diversi: cielo (cause climatiche), terra (cause alimentari), individuo (cause ereditarie, costituzionali ed emotive) in un modello energetico e filosofico in cui l’uomo è inserito tra terra e cielo e con essi e con se stesso deve conservare l’equilibrio per non incorrere nelle malattie.
Le cause climatiche scatenano la loro forza ed è importante che l’individuo riesca a contrastarle con eguale (mai maggiore e mai minore) forza.
Il freddo (Han) è una caratteristica invernale associabile all’acqua e ai reni, provoca spasmi, brividi, reumatismi, difficoltà respiratorie.
Il calore (Re) è una caratteristica dell’estate ed è assimilabile al fuoco e al cuore, provoca disfunzioni cutanee, dermatiti, febbre.
La secchezza (Zao) corrisponde all’autunno, al metallo e ai polmoni, provoca gola secca, labbra e pelle screpolate, tosse e catarro.
L’umidità (Shi) corrisponde alla terra e al periodo tardo-estivo, si collega con lo stomaco e milza, provoca gonfiori agli arti inferiori e infiammazioni articolari.
Il vento (Feng) è una caratteristica primaverile ed associato a fegato e cistifellea, provoca vertigini, contratture muscolari e cefalee, dolori alla cervicale.
Le cause alimentari sono oggetto di studio da millenni, per questo gli alimenti vengono classificati secondo la loro valenza termoenergetica Yin (avena, orzo, patate, piselli, funghi, limone, uva, pera, miele, cioccolato, pollo, burro, ecc.) e Yang (riso, grano, insalata, carato, sogliola, gamberetti, mandorle, olio d’oliva, tè, uova, latte, ecc.).
Esiste anche una classificazione dei sapori il cui uso stimola l’elemento-movimento e l’organo corrispondenti, ovvero:
•  il sapore agro è correlato al legno e al fegato, la cistifellea, gli occhi e le unghie
•  il sapore amaro stimola il fuoco e il cuore, l’intestino tenue, il sangue e la circolazione
•  il sapore dolce è caratteristico della terra e della milza, dello stomaco, della bocca e del gusto
•  il sapore piccante è tipico del metallo e dei polmoni, del colon, della pelle e dell’odorato
•  il sapore salato è correlato all’acqua e ai reni, la vescica, le ossa, i denti e l’udito.

Marina Marini
Naturopata, Esperta in Discipline Orientali, Cristalloterapeuta, Floriterapeuta, specializzata in Iridologia, Erboristeria, Aromaterapia e Alimentazione naturale

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook

, , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

SEO Powered By SEOPressor