alimentazione naturale

Sale: non è tutto uguale

10 Gen , 2009  

sale

La nostra alimentazione attuale è caratterizzata da un sovraccarico di sodio che si nasconde nei prodotti e nei cibi dell’industria conserviera sia come ingrediente che come mezzo di conservazione dei cibi e delle preparazioni alimentari.
Questo consumo eccessivo alza la pressione sanguigna, aumenta la ritenzione idrica e la disidratazione, induce ad un invecchiamento precoce e, a volte, anche ad una maggiore perdita di capelli.
Le nostre papille gustative si abituano così a cibi fortemente aromatizzati.

Ma non tutto il sale è uguale, alcuni sono considerati particolarmente dannosi.
Il nostro corpo ha effettivamente necessità di assumere ed assorbire il sale per equilibrare nel modo migliore gli elettroliti.
Il sale è anzitutto un esaltatore di sapidità e questa proprietà è dovuta all’effetto disidratante che il sale ha sui materiali con cui viene a contatto, da cui estrae l’acqua per osmosi.

Sale iodato e sale da tavolo
Il sale da tavola ormai non ha più nulla in comune con i cristalli di sale originali perché è un composto chimico di cloruro di sodio, che in contrasto con il cristallo naturale viene lavorato e “pulito” e ridotto solo alle componenti di sodio e cloruro, attraverso un processo di essiccazione che ne determina una modifica della struttura chimica che non può non influisce negativamente sul corpo umano
Lo iodio viene aggiunto al sale da tavola di sale per prevenire il “gozzo” ma vogliamo ricordare che esso è già abbondantemente presente nei conservati alimentari, non è un prodotto dietetico destinato a particolari categorie di individui, ma un alimento che dovrebbe diventare di uso corrente.
Il cloruro di sodio ha solo 2 o 3 elementi chimici, mentre l’acqua di mare ha 84 elementi; per il benessere del nostro corpo sono ovviamente necessari tutti questi elementi, utilizzando il sale “comune” si rischia di privare il nostro organismo di importanti minerali che contribuiscono alla salute prevenendo squilibri e indebolendo le nostre difese.
Se pensiamo che il nostro corpo ha la stessa salinità dell’oceano e se davvero siamo tutti figli della fonte di vita sulla Terra (ci piace ricordarlo come principio fondante di questo sito: yemaya la madre terra trasformata in dea del mare) diventa allora inevitabile ricreare in noi stessi il perfetto equilibrio di minerali che si trovato in questi antichi corpi idrici.

Salgemma
Esistono dei giacimenti di cloruro di sodio allo stato solido, residui di antichi mari, da cui si può estrarre il cloruro di sodio già in forma solida chiamato salgemma, noto anche come halite.
Molto spesso, però il cloruro di sodio è disponibile allo stato solido mischiato con forti quantità di composti estranei, soprattutto argille, sali di magnesio e altri.
In questi casi, come anche nel caso di giacimenti profondi, è conveniente procedere a una coltivazione indiretta della miniera, iniettando in profondità acqua che risale poi in superficie come salamoia satura, lasciando in profondità la maggior parte delle impurezze.
Nella quasi totalità dei casi, questo procedimento di coltivazione ad umido è seguito da un’evaporazione, per produrre il cosiddetto sale sotto vuoto.
In questo caso la produzione è fatta per coltivazione della miniera, tipicamente mediante apparecchiature meccaniche di scavo; si ottiene un cloruro di sodio in grossi pezzi che vengono in seguito macinati per portarli a granulometrie commerciabili.
Il cloruro di sodio può essere, se necessario, raffinato come il sale marino.

Sale marino
Il sale marino è un prodotto naturale che nasce dall’ azione combinata del sole e del vento nelle saline marittime.
In origine contiene il 3,5% di minerali dissolti di cui il cloruro di sodio per il 77%.
si produce facendo evaporando l’acqua di mare, fate attenzione e leggete bene le etichette perché molti prodotti sono raffinati con l’aggiunta di additivi.
Utilizzare sempre sale marino al 100%, cioè senza additivi aggiunti; esso subisce solo lavorazioni di tipo fisico-meccanico e contiene altri utili microelementi come iodio, magnesio, potassio e zinco, zolfo, fluoro, selenio, ecc., che sono basilari catalizzatori nei processi biochimici del nostro organismo, viene identificato come il sale integrale.

Sale di Camargue
”Fleur de sel” significa “fiore di sale” ed è un sale prodotto nel Sud della Francia (da qui anche la denominazione di sale di Camargue), è grezzo, non raffinato, iposodico, non addizionato con anti-addensanti o conservanti.
Altra caratteristica è quella di essere più grosso del sale fini che si utilizza normalmente in cucina; viene raccolto in gran parte da donne direttamente dalla schiuma del mare che si riversa sulle rive delle saline.

Sale di Guérande
Il sale di Guérande si raccoglie nelle saline di argilla della costa Atlantica francese, si forma per evaporazione grazie all’azione del sole e del vento, è sale marino organico non raffinato, quindi con un alto contenuto di minerali.
Ha una colorazione grigio chiaro che alla luce appare quasi viola a causa della presenza di creta nella saline dove viene ancor oggi raccolto a mano utilizzando metodi tramandati dalle popolazioni celtiche, metodi che prevedono l’uso solo di pale in legno e non di metallo che potrebbe contaminarne la purezza.
Questo sale non viene trattato con sbiancanti e non subisce alcun tipo di raffinazione, per questo conserva il suo caratteristico colore grigio; contiene circa 80 minerali, tra i quali: magnesio, calcio, potassio, manganese, fosforo, iodio, ecc; è considerata la migliore qualità di sale disponibile.

Sale nero di Molokai
Il sale marino nero dell’isola di Molokai (isole Hawaii), lavorato dagli artigiani delle isole, è ricco di elementi minerali di lava vulcanica e carbone attivo (dalle proprietà disintossicanti) che vengono aggiunti al sale al momento dell’essiccazione.
Ha grani grossi e di colore nero come pece. Il sapore del sale nero è amaro, secco e netto nei profumi, leggermente solforico e con note di affumicato.

Sale dell’Himalaya
Il sale cristallino dell’Himalaya proviene da una specifica area del Pakistan ed è stato oggetto di una approfondita e completa ricerca medica; è un sale marino privo di sostanze inquinanti e delle loro risonanze questo sale può effettivamente essere considerato per uso alimentare ed è considerato “solistico” perché è naturale e, soprattutto, inalterato, si è cristallizzato sulla crosta terrestre nell’arco di 250 milioni di anni e contiene tutti gli elementi (naturali, minerali e oligoelementi) presenti anche nel nostro organismo.
Le pressioni immense a cui è stato sottoposto (simili a quelle che in composti di carbonio hanno formato i diamanti) hanno anche mutato la sua struttura.
Le sue caratteristiche lo rendono utile per l’effetto equilibrante sugli acidi e alcali, regola la pressione del sangue, migliora le affezioni della pelle, pulisce l’intestino e ha qualità depurative.

Sali di Schuessler
Questi 12 Sali minerali sono biologicamente simili ai minerali nei tessuti cellulari.
Si presentano come delle triturazioni di polveri dinamizzate.
Possono essere considerati come dei catalizzatori per certe reazioni biochimiche. Solitamente vengono utilizati alla sesta diluizione (D6) che produce un effetto yang di accelerazione dei processi difensivi, metabolici e depurativi, con un risultato rapido e intenso.

Sale indo
Il sale Indo è nato dal sale dell’oceano centinaia di migliaia di anni fa.
Protetto dalla stratificazione di altri tipi di pietra è rimasto incontaminato fino ad oggi.
I nostri mari attuali sono inquinati con metalli pesanti, sostanze chimiche tossiche, sostanze radioattive e petrolio.
Quindi anche il sale ricavato dall’acqua marittima è più o meno inquinato a seconda delle modalità di estrazione; il ale Indo invece è puro e non inquinato.
L’effetto benefico e rafforzante del sale Indo era conosciuto in India già migliaia di anni fa ed era usato dall’Ayurveda, la scienza della vita lunga e sana, con grande successo.

Related Posts with Thumbnails

yemaya su Facebook

, , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


SEO Powered By SEOPressor